Broker trading Ripple

Le criptovalute sono ormai entrate nel mondo degli scambi monetari mondiali. Esistono decine e decine di valute virtuali che cercano di raggiungere il successo del sistema Bitcoin, Ripple è una di queste. Che differenze ci sono tra Ripple e Bitcoin? Quali sono i broker che permettono la negoziazione di questa nuova criptomoneta? Questa guida cercherà di rispondere a queste semplici domande.

Ripple: come funziona?

Trading Ripple

Criptovaluta Ripple

La nascita di Ripple avviene nel 2013 e, insieme ad Ethereum, cerca da sempre di superare Bitcoin in termini di volume di moneta spostato. Il termine Ripple identifica il metodo di pagamento ed il sistema utilizzato.

La moneta viene chiamata XRP. Questa nuova criptovaluta nasce con l’intenzione di migliorare il sistema Bitcoin attraverso una maggiore sicurezza e fluidità delle transazioni. Cosi come Bitcoin, utilizza un sistema monetario peer to peer e una rete open source.

Lo scopo principale del sistema Ripple è quello di offrire a tutti gli utenti il trasferimento di denaro gratuito ed immediato.

Questo nuovo sistema viene anche utilizzato da diverse banche come: Unicredit, Santander e UBS. All’interno del sistema Ripple si possono scambiare diversi tipi di valute, non solo XRP. Questo è un enorme passo avanti rispetto ai sistemi tradizionali.

Caratteristiche della rete Ripple

La rete Ripple è composta da tre parti distinte: un network di pagamenti, una borsa e la stessa valuta (XRP). Tutto il sistema è basato sulla fiducia tra i nodi e gli utenti. Il funzionamento è più facile spiegarlo tramite un esempio:

B e C portano all’interno della rete un amico a testa. B porta A e C porta D. Quindi A conosce soltanto B, mentre D conosce soltanto C. Immaginiamo ora che A e D, che non si sono mai visti nè parlati, vadano a pranzare insieme. Al momento di pagare il conto, D scopre di non aver dimenticato il portafoglio. Il soggetto A pagherà per entrambi e D proporrà di ripagarlo tramite Ripple. A questo punto si instaura un collegamento reciproco di fiducia. D si indebiterà con C (suo amico che dunque saprà di riavere il denaro), che a sua volta si indebiterà con B (amico di A). B, infine, restituirà i soldi del pranzo al suo amico A.

Intuitivamente si capisce come il sistema Ripple si basi sul meccanismo della fiducia. Questa rete è composta dai crediti IOU (I Owe You) che rappresentano le valute reali. Ciò che si invia e riceve sono proprio questi crediti che vengono convertiti in valute comuni nei cosiddetti gateway Ripple. Tutte le transazioni di denaro all’interno della rete avvengono solo ed esclusivamente tra utenti di fiducia. Le transazioni Ripple sono istantanee, gratuite e irreversibili.

XRP è quindi l’unica valuta che circola nella rete Ripple ed è l’unità di misura per lo scambio dei crediti IOU. La valuta è divisibile fino a sei decimali.

Differenze tra Ripple e Bitcoin

La prima differenza sostanziale tra le due criptovalute è data dallo scopo della loro creazione. Mentre con Bitcoin si intende solo la valuta specifica, con il termine Ripple si intende la più ampia rete di transazioni in cui la moneta virtuale opera.

Un’ulteriore carattetistica del sistema Ripple è la presenza dei Ledger. Questo termine indica dei registri di transazioni che permettono di monitorare gli scambi e di eseguirli in pochissimi secondi.

Grazie a quest’ultimo strumento, le transazioni avvengono quasi all’istante, nell’ordine dei 2/3 secondi. Nel sistema Bitcoin capita anche di dover aspettare 10 minuti. Questa è una grossa differenza tra i due sistemi di pagamento. Un’ulteriore differenza è data dal numero massimo di unità di valuta che sarà disponibile all’interno dei mercati finanziari: Bitcoin si fermerà a 21 milioni, Ripple invece si attesterà su 100 miliardi.

Quotazione Ripple

Nonostante sia una criptovaluta in circolo da diversi anni, il valore ha avuto una maggiore crescita solo da aprile 2017. In questi ultimi mesi il valore è infatti passato da pochi centesimi fino ad arrivare a picchi di 35 centesimi. I presupposti per una crescita esponenziale ci sono tutti. Ad oggi, il valore della moneta XRP è di circa 20 centesimi.

L’attuale capitalizzazione di mercato si attesta sui 7 miliardi di euro e il volume totale degli scambi è di circa 350 milioni di euro.

Trading Ripple criptovaluta: lista dei migliori brokers per investire

Quali sono i broker che permettono di negoziare XRP? Essendo un sistema già rodato e con ben 4 anni di attività, sono numerosi i broker che offrono il trading dei Ripple. I broker non permettono di negoziare direttamente la valuta, ma offrono la possibilità di fare trading con i CFD. Questi contratti per differenza seguono l’andamento della criptovaluta e ne copiano la quotazione. Qui di seguito si potranno trovare quelli che rispondono al meglio per quanto riguarda la sicurezza e la facilità di utilizzo delle piattaforme.

Plus500 broker per trading Ripple

broker plus500

Plus500, broker popolare per trading ripple e altre criptovalute

Probabilmente il più famoso broker al mondo, Plus500 permette le negoziazioni della valuta XRP. Il broker ha sede a Cipro ed è quindi regolamentato anche dalla CySEC. L’offerta consta di più di 2000 asset a scelta tra diverse categorie: azioni, forex, CFD, materie prime, indici e metalli preziosi.

Al momento dell’iscrizione si potrà aprire solo l’account Standard, con deposito minimo di 100 euro. Dopo aver effettuato un tot di negoziazioni l’account si evolverà in Gold, di conseguenza si avranno maggiori servizi disponibili. Gli spread applicati possono essere fissi o variabili a secondo dell’asset selezionato. In linea di massima Plus500 applica spread molto competitivi.

Le piattaforme di trading utilizzabili sono sostanzialmente due: WebTrader e WindowsTrader. La prima permette di fare trading attravero l’utilizzo del proprio browser web, quindi senza nessuna ulteriore installazione. WindowsTrader è invece l’applicativo installabile in qualsiasi computer con sistema operativo Windows.

Il centro assistenza è efficente e veloce. Viene offerto in 20 lingue differenti, compreso l’italiano. Plus500 offre a tutti i suoi clienti l’utilizzo di un conto demo gratuito ed illimitato. Questo utile strumento serve a saggiare le potenzialità e la velocità di esecuzione degli ordini delle piattaforme del broker.

LEGGI LA RECENSIONE! VAI AL SITO PLUS500!


Markets.com broker per trading Ripple

broker marketscom

Markets.com offre una discreta offerta di asset, compreso il Ripple

Diventato negli ultimi anni uno dei migliori broker, Markets permette l’utilizzo di piattaforme facili da utilizzare. Il broker nasce nel 2008 da una società cipriota, è quindi regolamentato anche lui dalla CySEC. Markets offre l’opportunità di negoziare più di 2000 asset, un’offerta piuttosto vasta e di alto livello. Tra i vari asset negoziabili troviamo indici, azioni, ETF, valute e criptomonete.

Le piattaforme utilizzabili saranno essenzialmente due: WebTrader (creata da sviluppatori interni al broker) e Metatrader 4. Quest’ultima è la piattaforma di trading più utilizzata dagli esperti del settore. Offre un ampia gamma di strumenti finanziari e grafici di alto livello. La velocità di esecuzione ordini è quasi immediata e non esistono rinegoziazioni. Gli spread applicati variano a seconda della piattaforma utilizzata. Partono da 2 pips per WebTrader e 3 pips per Metatrader.

Markets.com permette di aprire due tipi di conti in base alla piattaforma scelta per il trading. Per entrambi i conti il deposito minimo è di 100 euro. Gli spread sono fissi per la piattaforma WebTrader, variabili o fissi (a scelta dell’utente) per la piattaforma Metatrader 4.

Anche questo broker offre un conto gratuito per fare pratica con le varie piattaforme. Il centro assistenza, anche in lingua italiana, risulta accessibile direttamente dalla piattaforma di trading. La risposta ad ogni dubbio arriverà con tempestività e precisione.

LEGGI LA RECENSIONE! VAI AL SITO MARKETS.COM!


eToro broker per trading Ripple

broker etoro

L’innovativo sistema di eToro permette di negoziare anche il Ripple

Questo broker merita una particolare menzione in merito al suo modo di vedere il trading online. eToro è infatti l’unico broker che unisce il trading con il mondo dei social network. Grazie a questo intermediario sarà infatti possibile copiare le operazioni effettuate dagli esperti del settore e guadagnare cosi grazie ai loro profitti. Un’enorme possibilità per i trader principianti.

Il broker nasce nel 2006 ed è di proprietà della eToro Ltd, con sede a Cipro. Questa azienda è regolata dalla CySEC e dalla FCA. In pochi anni è diventato il broker di riferimento per il trading delle opzioni binarie, grazie anche al social trading.

eToro offre due nuove piattaforme di trading: WebTrader e Mobile WebTrader. Come è facile intuire, la prima è utilizzabile da PC e la seconda da dispositivi mobili. Le piattaforme sono state progettate per semplificare le negoziazioni, tutte le funzioni sono facilmente utilizzabili con pochi click oltre che essere provate gratuitamente su un conto demo.

Esiste un solo conto utilizzabile, con deposito minimo di 200 dollari. Gli spread applicati partono da 3 pips, risultano leggermente più alti rispetto ai concorrenti ma ancora competitivi. Non vengono applicate ulteriori commissioni.

Il broker offre ai propri clienti, come detto, l’utilizzo di un conto demo. Si consiglia di utilizzarlo, soprattutto per capire a fondo come funziona il social trading di eToro. Anche le risorse gratuite come il blog con articoli di approfondimento sui migliori asset per un investimento online, è consigliabile da utilizzare per il trading sulle criptovalute in eToro.

Il servizio clienti viene offerto tramite mail, chat e telefono, anche in italiano.

LEGGI LA RECENSIONE! VAI AL SITO ETORO!

Conclusioni

Il sistema Ripple ha tutte le carte in regola per diventare uno dei maggiori metodi di pagamento del mondo. Migliora Bitcoin in termini di velocità di esecuzione e di sicurezza. Riuscirà nel suo intento? Questo lo si potrà scoprire solo aspettando, intanto è già possibile provare ad ottenere profitto dalle fluttuazioni del XRP.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Average rating:  
 0 reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2009-2018 Brokerforex.it | Guida e opinioni sui migliori broker forex regolati e sicuri dell'anno in corso.